Skip to main content

Avertissement

Ce site est en construction. Son contenu va croître progressivement au fil du temps. Vos remarques nous intéressent !

All’illustrissimo et eccellentissimo signor colendissimo.
Il signor ambasciator veneto appresso la Santità del sommo pontefice.
Roma

Illustrissimo et eccellentissimo Signor colendissimo
Rendo molte gratie a Vostra Eccellenza per la sua delli 8, ricevuta da me con augmento d’obligo. Non dubito punto dell’artificio di qualche persone nello star a suoi vantaggi, ma in quel negotio1 noi siamo tanto al disopra che, se non voranno metterci fine essi, saranno a conditione peggiore et sarà necessario, continuando alle occasioni il proprio possesso, caminar inanzi: dal che ne seguirà o che si disponeranno a terminar il tutto, overo che noi avanzeremo. Nell’altro negotio2, del quale non so veder la causa perché se ne parli qui et non costì, non so manco se si risponderà o tacerà; ma viene il tutto con molta arte differrito da chi vorrebbe, prima che se ne parlasse, esser balotato3.
Vostra Eccellenza haverà occasione d’intendere qualche cosa dei padri giesuiti, se ben Dio volesse che in qualche altro luoco vi fosse un centesimo della secretezza loro. Io vengo informato che habbiano certo dissegno d’impatronirsi con denari et ufficii del san sepolcro di Gierusaleme: prego Vostra Eccellenza star attenta se ne scuoprisce qualche parte, essendo cosa di molto momento et gran consequenze.
Delle cose del mondo non vi è di novo se non che el re della Gran Bretagna manda per una espressa all’assemblea degl’hugonoti a Granoble et questo è certo; resta dubbio se per incitarli o per retraherli dal far bene. Ma tutti gl’occhi sono rivolti là, stimando che da quel luoco debbia pigliar principio la libertà o servitù di Francia.
Prego Dio Nostro Signore che conservi Vostra Eccellenza in sanità con li caldi eccessivi che, essendo qua in colmo, stimo esser costì sopracolmati.
Et facendo fine le bascio la mano.
Di Vinetia, il 15 agosto 1615
Di Vostra Eccellenza illustrissima

Devotissimo servitore
Fra Paulo di Vinetia

  • 1. Il s’agit ici du différent qui concerne le patriarche d’Aquileia. Voir Notices historiques : relations de Venise et Aquileia. Voir Notices biographiques : Francesco Barbaro.
  • 2. Sarpi passe ensuite au différend qui concerne l’évêque de Ceneda. Voir Notices historiques : souveraineté sur Ceneda.
  • 3. Balotato (pour ballottato) signifie voté au sénat ou mis au voix après débat. Ce terme tire son origine de l’usage de pelotes de couleur ou ballotte pour l’expression des votes.
texte_alternatif
TypeAutographe
ScripteurPaolo Sarpi
Chiffrementnon chiffrée
Signature

Fra Paulo di Venetia

LieuVenise
Source

BNM, Ms. it. VII, 2097 (=6507), f. 78r-79v.

Editions précédentes
  • C. Castellani, 1892, lettre XXV, p. 47.